Menu
 
0
0
0
s2smodern
20190525 100315

Giovedì 30 maggio l’inaugurazione del centro pastorale “Casa della Fraternità don Luigi Di Massa” realizzato, a Veroli, grazie ai fondi dell’8xmille: il nuovo centro pastorale sarà intitolato a don Luigi Di Massa, già parroco di Sant’Angelo in Villa e Vicario Generale della nostra Diocesi.
Con la scelta del consiglio pastorale parrocchiale di intitolarlo a Di Massa, si realizza un sogno che già più di 50 anni fa aveva l’allora parroco don Luigi e oggi ha continuato a custodire nel cuore don Stefano Di Mario, riuscendo nell’impresa: realizzare un luogo dove tutta la comunità nelle sue sfaccettature e nelle sue potenzialità può esprimersi sentendosi a “casa”.
Come spiega don Stefano, attuale parroco di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Giglio in Veroli, «il centro pastorale nasce dalla ristrutturazione dei locali del vecchio asilo parrocchiale: sarà un luogo di condivisione tra generazioni, ove bambini, adolescenti, adulti, anziani, disabili e bisognosi possono incontrarsi mettendo in pratica l’unico comandamento che il Signore ci ha lasciati, “amatevi gli uni, gli altri”, sul modello di come lui lo ha fatto prima per noi».
Grazie ai fondi dell’8x1000 ricevuti dalla parrocchia, si consegna alla comunità una struttura rinnovata e funzionale: sarà il vescovo Spreafico a tagliare il nastro, dopo aver celebrato l’Eucaristia alle ore 18 nella chiesa di San Michele Arcangelo.
Proprio per conoscere meglio e diffondere la scelta di devolvere l'8x1000 alla Chiesa Cattolica, martedì 28 maggio un incontro, aperto a tutti, nella chiesa di Santa Maria del Giglio - con inizio alle ore 21  (altre informazioni nell'articolo Sovvenire: incontri 2019).

Oltre alle attività parrocchiali, i locali - posti su due livelli, in via Sant'Angelo in Villa n. 465 - ospiteranno anche una piccola "Comunità alloggio - residenza per anziani", frutto della sinergia tra la parrocchia e la cooperativa sociale Diaconia (ente gestore della Diocesi) che, dopo la decennale esperienza maturata a Veroli alta presso la Casa di riposo "Luigi e Carolina Scaccia", qui proporrà una forma residenziale destinata a persone anziane autosufficienti o parzialmente autosufficienti in una dimensione familiare e comunitaria (info allo 0775.237091 e su http://casadiriposoveroli.it/).

Un breve resoconto dell'iniziativa  pdfAvvenire_Lazio_7_-_9_giugno_2019.pdf
L'articolo di presentazione pubblicato supdfAvvenire_Lazio_7_-_26_maggio_2019.pdf

vedi anche

pdfInvito_inaugurazione_comunita_alloggio.pdf
18 settembre 2019 * S. Irene vergine
Avvenire Lazio 7
L7logo
Pagina diocesana
Facebook in Italia

Feed principali

Abbiamo 1037 visitatori e nessun utente online

Visite agli articoli
11454388