olio questura 2024

Anche quest’anno la Diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino ha ricevuto due donazioni di olio per la Messa Crismale.

Nei giorni scorsi quella del Pontificio Collegio Leoniano di Anagni: sono il frutto della molitura delle olive che sono state raccolte dagli studenti nei terreni del Seminario.

Mentre martedì 26 marzo, al termine del precetto pasquale interforze celebrato presso la chiesa di Santa Maria Goretti in Frosinone,
 il questore di Frosinone dott. Domenico Condello ha consegnato al vescovo Spreafico due bottiglie (una per ciascuna delle Diocesi guidate dal presule) provenienti dal “Laboratorio Giardino della memoria” (nella foto). Ogni anno, il frutto degli ulivi piantati nel luogo dell’esplosione di Capaci, vicino Palermo, diviene olio santo per la Messa Crismale che ogni Questura d’Italia consegna alle Diocesi presenti nel proprio territorio. L’olio imbottigliato e simbolicamente consegnato ai Vescovi di tutta Italia nasce dal “Laboratorio Giardino della Memoria” avviato dalla Questura di Palermo e dall’Associazione “Quarto Savona 15” in quel giardino piantato nella voragine creata dall’esplosione del 23 maggio ’92 in cui morirono il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

L’olio del Leoniano e di Capaci saranno uniti all’olio che il Vescovo Ambrogio consacra mercoledì 27 marzo nella Messa Crismale prevista all’abbazia cistercense di Casamari.


Poi, come consueto, il Giovedì Santo tutte le parrocchie della Diocesi ricevono le tre ampolline che serviranno durante tutto l'anno: una ampolla contiene il Crisma, una l'olio degli infermi e una l'olio dei Catecumeni. 



-----

Per conoscere altre iniziative e notizie del territorio, consulta questo link:
https://www.diocesifrosinone.it/notizie/notizie-dal-territorio/