Cari amici delle confraternite,

siamo giunti all’ottavo cammino diocesano, che ci vede raccolti qui a Frosinone. È significativo vivere insieme questo momento di preghiera e di festa in questa città, sede della nostra Cattedrale, espressione di unità delle nostre varie realtà intorno al vescovo.

Il nostro è un cammino che proseguiamo idealmente ogni anno quasi a ricordarci che siamo chiamati all’unità e alla comunione uscendo ognuno dal suo particolare, dal luogo in cui vive e celebra le feste del Signore, della Vergine Maria e dei Santi, a cui le confraternite sono dedicate.

La vita cristiana è sempre un uscire da sé stessi e dal mondo delle proprie abitudini e tradizioni, perché senza questa scelta anche le tradizioni più belle rischiano di impoverircisi e persino di estinguersi. Le confraternite sono custodi a volte di antiche tradizioni. Ma non basta ripeterle. Bisogna rinnovarle, innanzitutto rinnovando il nostro cuore nell’ascolto della Parola di Dio e nella crescita di quello spirito di fraternità e solidarietà che vi dovrebbe caratterizzare. Mai competizione è giustificabile nella vita cristiana se non quella della carità e della santità! Mentre vi ringrazio per il tesoro che custodite, vi esorto a moltiplicare l’impegno di carità e di servizio soprattutto verso i più bisognosi, tra tutti gli anziani, prego con tutti voi perché il Signore Gesù per l’intercessione dei santi ci faccia crescere in santità e grazia per il servizio del Vangelo e dell’amore di Dio verso tutti. Vi chiedo anche di pregare sempre per la pace, perché il mondo è troppo pieno di guerre e violenza.

firmaspreafico mini2

Video dell'omelia del Vescovo, video del Cammino, e numerose fotografie sono disponibili in questa news dedicata


<!-- --> </body>